Italian baroque group falls apart

The Cappella della Pietà dei Turchini, one of Italy’s most widely toured baroque ensembles over the past three decades has slipt in two after a row between its drector Antonio Forio and another man who owns the band’s name.

Florio, its appears, has gone off with most of the players to form a Capella Neapolitana while the other guy gets left with the name and no musicians.

toni florio

 

media release:

CAPPELLA NEAPOLITANA: ANTONIO FLORIO SCEGLIE UN NUOVO NOME PER L’ENSEMBLE CHE HA FATTO LA STORIA DEL BAROCCO MUSICALE NAPOLETANO Alla soglia dei trent’anni di attività nuovi progetti con il rigore e lo slancio di sempre. In origine era la Cappella della Pietà dei Turchini, fondata da Antonio Florio nel 1987 dopo un decennio di studio e sperimentazione, portata a notorietà internazionale con programmi rari, produzioni di opere e oltre 40 incisioni discografiche e divenuta emblema della riscoperta della musica napoletana tra il Quattrocento e l’Ottocento. Oggi – alla soglia dei trent’anni di attività – quel gruppo di “coraggiosi pionieri” assume la denominazione di “Cappella Neapolitana Antonio Florio”, mantenendo intatto organico e collaboratori storici che da sempre portano avanti questo progetto musicale.

 

share this

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on google
  • >